AVBC 1961

27 luglio 2017 | TeamArtist

La F.I.P.A.V. (Federazione Italiana Palla a Volo) nasce a Roma il 31 marzo 1946.

In Alessandria in quegli anni si iniziano a muovere i primi passi in questo sport e la società che più si evidenzia e contribuisce alla fondazione della Federazione è l’ E.N.A.L.-Borsalino.

L’ E.N.A.L. Borsalino sfiora due volte lo scudetto, nel 1946 e nel 1947; negli stessi anni partecipa anche un’altra società alessandrina che cura anche il settore femminile, la S.A.V.E.S.; entrambe arrivano rispettivamente a due e tre punti di distacco dalle prime in classifica.

In quegli anni militano nelle due società atleti che vestiranno la maglia della nazionale ed i loro nomi sono Cerruti, Colaluca, Cattaneo e

De Bernardi, divenuto poi  Capitano della Nazionale.

L’E.N.A.L. Borsalino nel 1950 arriva nel girone finale che sarà vinto dalla Ferrovieri Parma, ma due anni dopo, nel 1952, conclude la sua parabola, non iscrivendosi neppure al campionato.

La SAVES, al contrario, prosegue la sua attività agonistica e partecipa ai campionati di serie B.

Il tecnico che guida la prima squadra maschile si chiama Franco Benzi, che diverrà successivamente, primo commissario tecnico della Nazionale femminile.

Alla fine degli anni ‘50, cessando il rapporto con la SAVES, nasce la mitica ALESSANDRIA Volley Ball Club che comprende sia il settore femminile che quello maschile.

Con il presidente Franco Benzi e con i soci fondatori e giocatori, capitan Piero Amerelli, Roberto Arbuffi, Ennio e Ugo Ferrari, Mauro Barzizza, Franco e Nini Camurati, Armando Giordano, Giuseppe Picchio, Franco Pozzi, Paolo Belletti, Pietro Manzini, FlavianoCellerino, Piero Taverna, Roberto Gelato e tanti altri, si gettano le basi per la rinascita della pallavolo in Alessandria che raggiunge il suo apice con la squadra femminile agli inizi degli anni sessanta che, per ben due anni di seguito, ottiene il secondo posto nella serie A.

In questi anni si aggiunge alla rosa della prima squadra femminle,Pucci Casarico, proveniente da Brescia, che verrà convocata più tardi in Nazionale.

Nel 1966 a due atleti, Pucci Casaricoe Roberto Arbuffi,come migliori giocatori a livello nazionale del settore femminile e maschile,viene assegnata la “ Rete d’Argento”.

Nel ‘66-‘67 la prima squadra maschile dell’A.V.B.C., sponsorizzata dalla ditta Profumi Paglieri, milita in serie A, ma l’esperienza nella massima categoria, durata solo un anno, si conclude all’ultimo posto.

Negli anni ’70, con lo sponsor Jacorossi, l’A.V.B.C., partecipa a diversi campionati sia femminili che maschili; ed in quegli anni il lavoro svolto sul settore giovanile dà i suoi primi frutti, portando sulla scena nazionale ed internazionale due atleti: Ernesto Pilotti e Pier Paolo Martino.

Pilotti ( 61 presenze nella nazionale A, 34 presenze nella nazionale B e 38 con la nazionale Juniores) vincerà con il Torino Robe di Kappa, tre scudetti ed una Coppa Campioni.

Importanti premi a livello nazionale vengono riconosciuti ad Ernesto Pilotti; nel 1976 viene premiato con il “ Trofeo Chianti Putto” come miglior giocatore della seria A2, nel 1979 viene conferita la “Medaglia di Bronzo” dal CONI e nel 1980 gli viene riconosciuto l’ “ Oscar del Successo”.

Martino (62 presenze in nazionale A e 27 con la nazionale Juniores) militerà per diversi anni nella  Voluntas Asti in serie A; Paolo è anche il padre di Matteo, attuale astro nascente della pallavolo italiana..

Gli anni ’80 e ‘90 sono anni bui per la pallavolo alessandrina segnati da un  avvicendamento di società e dirigenti che durano soltanto qualche stagione.

Qualche anno più tardi in una qualunque sera dell’anno duemila si ritrovano a cena alcuni  ex giocatori, tecnici, amici ed insieme decidono di fondare una nuova società: il VOLLEY ALESSANDRIA.

La società sarà così composta: Ernesto Pilotti (Presidente), Guido Vassallo (Vice Presidente), Franco Camurati, Flaviano Cellerino, avv. Marco Ciravegna, Silvano Gilardenghi, Emilio Martini e MaurizioSguaizer (consiglieri).

La società si prefigge di infondere e trasmettere, soprattutto ai più giovani, la passione per la pallavolo e punta prettamente al settore giovanile.

L’obiettivo principale è quello di lavorare con e per i giovani per ottenere una formazione in grado di riportare il livello di questo sport a traguardi più consoni alla tradizione del volley locale.

Nel 2002 la società Quattrovalli di Vignole Borbera del presidente Lino Balostro, non avendo un settore giovanile, chiede al VOLLEY ALESSANDRIA una collaborazione mirata alla crescita del gioco della pallavolo tra i giovani.

Le due società decidono di mirare il proprio impegno:  il Quattrovalliverso il settore agonistico ed il VOLLEY ALESSANDRIA verso ilsettore giovanile.

Dall’anno 2002 nasce la collaborazione con la Polisportiva Liceo Scientifico Galileo Galilei, frequentata da una popolazione scolastica di circa 800 alunni.

Nella stagione agonistica  2002/2003 con la Under 17 femminile si è raggiunto il secondo posto a livello provinciale e le  stesse ragazze raggiungono un onorevole secondo posto nel campionato  di Prima divisione.

Nella stagione agonistica 2003/2004 le stesse ragazze vincono il campionato di Prima Divisione e prendono parte nella stagione successiva al campionato di Prima Divisione Eccellenza.

  Con la partecipazione al progetto “Piemonte Volley” si è crea una collaborazione con la società NOICON BREBANCA CUNEO, ed a fronte di questo progetto la città di Alessandria vive, dopo parecchi anni di assenza, due eccezionali avvenimenti quali l’amichevole NoicomCuneo – Kappa Torino e la semifinale di Coppa Europa tra IskraMosca – Noicom Cuneo.

  Nel 2004 nasce la collaborazione con l’ Istituto Comprensivo di Spinetta Marengo, con una popolazione scolastica di circa 700 alunni

 

Dal 2004 nasce con il Centro Down di Alessandria un Progetto denominato  “Insieme Pallavolhando” con lo scopo principale di contribuire, insieme ad attività di altro genere,  all’inserimento nella società degli appartenenti a questa Associazione. L’entusiasmo dei partecipanti è stimolante e sprona il VOLLEY AL a continuare con impegno e dedizione ponendosi come uno dei principali obiettivi, far partecipare i ragazzi a tornei di minivolley, avvalendosi sempre della collaborazione dei tecnici Nini Camurati, Sara D’Errico, Daniela Leo,Cinzia Ollari, Alberto Panati, Andrea Pilotti, Jacopo Sartori edIlaria Stevanin. 

E’ intenzione del VOLLEY AL coinvolgere in questa crescita altri Enti pubblici, ASL locali e nuove Associazioni di portatori di handicap, gratificata oltremodo, dal riconoscimento del Presidente del CIP(Comitato Italiano Paraolimpico) dott.sa Tiziana Nasi per il lavoro svolto finora.

 Negli  anni 2005 / 2007  cresce  la  collaborazione  con  altre  scuole  medie  tra  cui   l’Istituto Comprensivo di Felizzano”G. Pascoli”, con una popolazione scolastica di circa 150 alunni, e con laScuola Media “A. Vochieri” e Scuola Media “Cavour” frequentata da circa 500 alunni.

Nell’anno 2007, a seguito dei buoni risultati ottenuti, è stato riconosciuto dalla FIPAV, in abbinamento al Quattrovalli, il “Marchio di Qualità del Settore Giovanile per l’anno 2008-2009”, un riconoscimento che la città di Alessandria non aveva mai ricevuto.

Nel gennaio del 2008 cessa la collaborazione con il 4Valli in quanto non più interessato allo sviluppo del settore giovanile e così ci siamo trovati a dover ricominciare da Un tesserato, ma da ex giocatori non ci siamo persi d’animo e così abbiamo voluto creare un nuovo progetto, “Vieni a giocare con noi”,mirato prettamente ai bambini delle scuole elementari e medie.

In un colloquio amichevole tra Pilotti e Vassallo, presidente e vice presidente del Volley Alessandria, e Pier Carlo Fabbio, Sindaco di Alessandria, viene presentato il progetto e tutta l’attività del Volley mirata ai giovani ed all’impegno verso il sociale con la collaborazione con il Centro Down di Alessandria.

In funzione di questo progetto e su suggerimento del sindaco di Alessandria, dott. Pier Carlo Fabbio, abbiamo voluto rispolverare il nome dell’Alessandria Volley Ball Club che è stata tra le prime società fondatrici della F.I.P.A.V. e che ha fatto conoscere Alessandria a livello nazionale per lo sport della pallavolo.

L’iniziativa ha trovato piena disponibilità da parte del fondatore e presidente dell’A.V.B.C., Franco Benzi, accettando la carica onorifica di Presidente Onorario.

  La caratteristica di tutte le squadre dell’A.V.B.C., dal minivolley alle prime squadre, è sempre stata quella di essere composte solo da atleticresciuti nel vivaio alessandrino.

  Nel mese di maggio la F.I.P.A.V. ha accolto favorevolmente la richiesta del VOLLEY Alessandria a variare ed a riprendere la denominazione ALESSANDRIA V.B.C

Vista la validità del progetto e nell’ambito del programma di avvicinamento allo sport delle giovani generazioni alessandrine, il Comune di Alessandria ha sponsorizzato ed individuato l’ALESSANDRIA VOLLEY BALL CLUB come “testimonial” per promuovere la disciplina della pallavolo anche a livello scolastico.

Nell’anno 2009 anche il presidente dell’ AMAG, Lorenzo Repetto, crede in questo progetto e con la consociata ALEGAS sponsorizza lo sviluppo pallavolistico giovanile.

La crescita esponenziale di tale attività ha attratto anche l’attenzione dell’ Asics, della Kinder Ferrero e della Molten, che sono aziende e sponsor ufficiali delle Nazionali Italiane.

Tutto questo lavoro con i giovani ha dato i frutti in una stagione indimenticabile:

A ottobre ‘09 è stato riconosciuto il MARCHIO DI QUALITA’ 2010-2011 per il settore Giovanile (siamo infatti cresciuti in un anno da Uno a 154 tesserati). Questo riconoscimento ci riempe di orgoglio soprattutto perché è la prima volta che la F.I.P.A.V. riconosce il Marchio di Qualità ad una società di Alessandria

A novembre ’09 abbiamo iniziato il nostro lavoro in ben 18 scuole cittadine; 

A marzo ’10 è nata la collaborazione per il settore giovanile con laRiso Scotti di Pavia, squadra militante in serie A1;

  Fa maggio ‘10la squadra femminile ha ottenuto la promozione in“serie D” con un record difficile da battere: 18 partite vinte tutte 3 a 0. Dopo 15 anni una società di Alessandria ottiene una promozione ad un campionato regionale;

 A giugno ‘10 visti i risultati positivi con il lavoro svolto nelle scuole e nello sviluppo del settore giovanile la Federazione Italiana Pallavolo ha concesso alla società Alessandria Volley Ball Club, unica società di Alessandria e Provincia, la gestione della SCUOLA FEDERALE DI PALLAVOLO e noi l’abbiamo intitolata, con l’avvallo della FIPAV, allo scomparso Franco Benzi.

A maggio ‘11 le ragazze di “serie D” ottengono un’onorevole 4° posto in campionato sfiorando i play-off.

A ottobre ‘11 è stato riconosciuto il MARCHIO DI QUALITA’ 2012-2013 per il settore Giovanile (siamo infatti cresciuti in due anni da 154 a 214tesserati). Questo riconoscimento conferma il lavoro svolto sulla promozione di questo sport a livello giovanile.

A maggio ‘12 oltre al campionato di “serie D” femminile, l’A.V.B.C.partecipa anche al campionato di “serie D” maschile; entranbe le squadre sfiorano i play-off per soli due punti.

A maggio ‘13 la serie D femminile partecipa ai play-off e la serie D maschile ottiene il 7° posto a livello regionale.

A maggio ‘13 Martina MORASCHI, anno 1999, è stata selezionata per la Rappresentativa Regionale parttecipante al Trofeo Nazionale delle Regioni

A settembre ‘13 è stato riconosciuto il MARCHIO DI QUALITA’ 2014-2015 ARGENTO per il settore Giovanile dalla FIPAV. Il MARCHIO ARGENTO è stato assegnato a 50 società su 480 di tutta Italia di cui solo 3 nella Regione Piemonte. La Città di Alessandria si fregia di questo premio per la prima volta.

 A settembre ‘13 in virtù degli eccellenti risultati ottenuti la FIPAV ha riconfermato all’A.V.B.C. la SCUOLA FEDERALE DI PALLAVOLO.

 A ottobre ‘13 in virtù del buon piazzamento nei play-off la squadra femminile parteciperà al campionato regionale di serie C e la squadra maschile prenderà parte al campionato regionale di serie D con una squadra Under 17.

Riconoscimenti Nazionali alla Società e Atleti

Anno 1966 Rete d’argento come miglior giocatrice serie B all’atletaPucci Casarico

Anno 1966 Rete d’argento come miglior giocatore serie B all’atletaRoberto Arbuffi

Anno 1973 Stella di Bronzo del CONI al merito sportivo alla societàA.V.B.C.

Anno 1976 Trofeo Chianti Putto come miglior giocatore serie A2 aErnesto Pilotti

Anno 1979 Medaglia di Bronzo del CONI al valore atletico all’atletaErnesto Pilotti

Anno 1980 Oscar del Successo all’atleta Ernesto Pilotti

Anno 1983 Stella d’argento del CONI al merito sportivo al dirigenteFranco Benzi

Anno 2009 Marchio di Qualità ’10-’11 per settore giovanile alla società A.V.B.C.

Anno 2010 Scuola Federale di pallavolo alla società A.V.B.C.

Anno 2011  Marchio di Qualità ’12-’13 per settore giovanile alla società A.V.B.C

Anno 2013 Marchio di Qualità ’14-’15 ARGENTO per settore giovanile alla società A.V.B

+Copia link